Fisica e Chimica 

La categoria "fisica e chimica" ospiterà le considerazioni legate a queste discipline a me molto care.
Tutti noi abbiamo ricordi dolci, salati e più o meno tormentati che ci legano agli anni della scuola.
Le materie letterarie erano lo spauracchio delle menti matematiche che non riuscivano ad esprimersi ad alti livelli nei temi di Italiano, diciamo che redigevano già allora delle "dettagliate relazioni tecniche"
E cosa dire dei letterati alle prese con le disequazioni?
Tanti anni fa, un mio amico che stava per laurearsi in letteratura italiana, mi implorò di calcolargli il voto medio degli esami superati, io pensavo mi stesse prendendo in giro.....
...poi si laureò con 110 e lode e capii che non stava scherzando...

Ma il tempo è galantuomo, rimette a posto tutte le cose.
Ed è con il giusto distacco di oggi che possiamo riscoprire ed apprezzare le vecchie discipline scolastiche....
...magari mentre diamo una mano ai nostri figli con i compiti, o solo perché ritroviamo un libro di storia fuori posto (a casa mia capita spesso)
Quando con occhi nuovi rileggiamo un teorema, non possiamo non considerare la differenza che passa fra lo studio fatto semplicemente per dovere e la voglia di imparare, la curiosità, la sete di conoscenza che sono il motore del mondo.
L'apatia non ci interessa, è la mente che si spegne, è la sottomissione della ragione, è l'uniformarsi all'inconsistenza, è il nulla.
Anche quando leggiamo le precauzioni d'uso di un farmaco dobbiamo necessariamente accendere il cervello!!
Facciamolo funzionare, allora!!
Che dire? Sono andata nuovamente fuori tema...o forse no?
Vi aspetto prossimamente col primo principio della dinamica, vi fidate di me??
Considereremo insieme, magari a qualche esimio professorone verrà la pelle d'oca....ma chissene....

[ commenta ] ( 49 visite )   |  permalink  |    |   ( 3.2 / 560 )

<< <Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Altre notizie> >>