TOM-TOM? No grazie, preferisco perdermi!! 
Perdersi ha il suo fascino.....

Ma bisogna perdersi per bene.
E' consigliabile perdersi in coppia,
ma anche perdersi in gruppo pu˛ essere piacevole....

A scanso di equivoci sottolineo che "il perdersi" che intendo io Ŕ proprio il perdere la strada, smarrirsi, non trovare pi¨ la destinazione finale, essersi distratti e non aver visto il cartello.....

Per perdermi faccio tutto da sola, ci riesco benissimo,
non ho bisogno di aiuto.
E' consigliabile perdersi in auto con serbatoio pieno.
Ne consegue che Ŕ fortemente consigliato avere di fianco una persona piacevole, che trovi affascinante perdersi....
Se si ha di fianco un pesantone d'uomo (o di donna), che pensa costantemente alle accise sul carburante, conviene fingere un attacco di epilessia (o al limite un semplice svenimento, se non si Ŕ finito tutto il corso in videocassette dell'accademia drammatica di Albertazzi)

Il perdersi per antonomasia Ŕ rappresentato da Benigni e Troisi nel film non ci resta che piangere, Ŕ un perdesi nello spazio e nel tempo, ma noi non puntiamo a tanto...

...a noi basta perderci per staccare la spina, per rilassarci, per guardare il panorama, per azzerare l'orologio, per spegnere il telefonino (che tanto non prende), per guardarci in faccia e sorriderci...
ecco il bello del perdersi.....

A proposito: qualche giorno fa mi sono persa a Bari Vecchia, nessuno mi ha derubata (forse gli Ŕ bastato guardarmi in faccia), in compenso ho trovato un fornaio che faceva delle focacce fantastiche (ma questa Ŕ un'altra storia).

P.S. Questa considerazione nasce dall'incontro con un'antica divinitÓ lucana, originaria di Armento, costituita per metÓ d'uomo e per metÓ da navigatore: GINOTOMTOM

[ 7 commenti ] ( 58 visite )   |  permalink  |    |   ( 3.1 / 571 )

<< <Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Altre notizie> >>