Il brodo e gli uomini 

Le considerazioni che seguono nascono dal seguente racconto, realmente accaduto in casa di una mia carissima amica:

Scena: Pranzo in famiglia.
Prima portata: "quadrucci in brodo" (conoscete??)
Marito che mangia i quadrucci in brodo con forchetta.


Vi sembra normale?
Sapete, cari amici uomini-non-cuochi, quanto tempo si impiega a fare un buon brodo di carne?
Avete mai provato Voi a schiumare il brodo? Magari con i capelli messi in piega?
Non ce l'ha mica ordinato il medico di fare i suffumigi alle proteine della carne!
Il racconto ha acceso in me una lampadina.
Per˛, prima di generalizzare, ho provato a fare una piccola indagine conoscitiva fra le mie amiche.
╚ da molti giorni, infatti, che nel mezzo di qualsivoglia amabile chiacchierata, a bruciapelo, chiedo: "Tuo marito mangia il brodo? Gli piace??"
Superato l'imbarazzo iniziale nessuna delle intervistate si Ŕ sottratta all'analisi
psico-sociologica.
Pertanto, dati alla mano, da "Freud della Valle del Noce" quale sono, posso affermare che:

"agli uomini veri non piace il brodo"

Penso che inconsciamente lo considerino una cosa da "malati" o da "femminucce".
C'Ŕ tutto un mondo dietro un piatto di quadrucci al brodo, c'Ŕ l'infanzia, il rapporto con la madre...
Sto esagerando?
SarÓ che sono entrata nella parte della blogger-psicologa...ma ne esco immediatamente
E Voi uomini? Che ne pensate?
Ravioli per tutti!! (ma questa Ŕ un'altra storia)
Un ringraziamento speciale alla mia amica, che, preso un trapano a manovella, ha sforacchiato il cucchiaio del marito.

[ 1 commento ] ( 14 visite )   |  permalink  |    |   ( 3.3 / 589 )

<< <Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Altre notizie> >>