Libertà e perline colorate 
Oggi 25 aprile, giorno della FESTA DELLA LIBERAZIONE.
Ecco, appunto, oggi non posso esimermi dal fare un "considerando.it" sulla libertà.

La libertà, dal punto di vista ingegneristico, è l'assenza di vincoli.
Un corpo solido ha sostanzialmente sei gradi di libertà.
Per semplificare ulteriormente il problema tralasciamo le rotazioni e pensiamo a tre soli gradi di libertà (continuate a seguirmi, vi prego, fra un po' la blogger che è in me prenderà il posto dell'ingegneressa).
Un corpo, dunque, può muoversi secondo tre direzioni: X, Y, Z ossia a destra e sinistra, avanti e indietro, in alto e in basso.
Siamo liberi solo se ci possiamo muovere in tutte le direzioni...

C'è chi non si muove affatto e rimane fermo in un punto.
E' granitico. Aspetta che siano sempre gli altri ad andargli incontro.

C'è chi si muove lungo una sola direzione.
Ha il suo "binario" e va dritto come un treno. "Tiro dritto per la mia strada" è il suo motto.

C'è chi si muove "sul piano". Si sposta a destra e sinistra, in avanti e indietro. Ha visto tanto, si confronta col mondo e con la gente, ma a volte rischia di girare in tondo, avrebbe bisogno di un altro punto di vista...

C'è chi si muove nelle tre direzioni, "nello spazio" si direbbe, sa andare a destra e a sinistra, in avanti e indietro, ma al momento opportuno........ si libra nell'aria.

La libertà, l'assenza di vincolo, è la capacità di spiccare il volo quando necessario.
Di andare a cercare le risposte laddove non avremmo mai osato inoltrarci.

E' Voglia, Passione, Leggerezza.
E' respirare a pieni polmoni la vita.

ti offro l'intelligenza degli elettricisti così un pò di luce avrai... (Paolo Conte)

p.s. Già che ci siete, mentre state facendo l'analisi dei vincoli, vi consiglio vivamente di ascoltare:



[ commenta ] ( 6 visite )   |  permalink  |    |   ( 3.3 / 631 )
Il brodo e gli uomini 

Le considerazioni che seguono nascono dal seguente racconto, realmente accaduto in casa di una mia carissima amica:

Scena: Pranzo in famiglia.
Prima portata: "quadrucci in brodo" (conoscete??)
Marito che mangia i quadrucci in brodo con forchetta.


Vi sembra normale?
Sapete, cari amici uomini-non-cuochi, quanto tempo si impiega a fare un buon brodo di carne?
Avete mai provato Voi a schiumare il brodo? Magari con i capelli messi in piega?
Non ce l'ha mica ordinato il medico di fare i suffumigi alle proteine della carne!
Il racconto ha acceso in me una lampadina.
Però, prima di generalizzare, ho provato a fare una piccola indagine conoscitiva fra le mie amiche.
È da molti giorni, infatti, che nel mezzo di qualsivoglia amabile chiacchierata, a bruciapelo, chiedo: "Tuo marito mangia il brodo? Gli piace??"
Superato l'imbarazzo iniziale nessuna delle intervistate si è sottratta all'analisi
psico-sociologica.
Pertanto, dati alla mano, da "Freud della Valle del Noce" quale sono, posso affermare che:

"agli uomini veri non piace il brodo"

Penso che inconsciamente lo considerino una cosa da "malati" o da "femminucce".
C'è tutto un mondo dietro un piatto di quadrucci al brodo, c'è l'infanzia, il rapporto con la madre...
Sto esagerando?
Sarà che sono entrata nella parte della blogger-psicologa...ma ne esco immediatamente
E Voi uomini? Che ne pensate?
Ravioli per tutti!! (ma questa è un'altra storia)
Un ringraziamento speciale alla mia amica, che, preso un trapano a manovella, ha sforacchiato il cucchiaio del marito.

[ 1 commento ] ( 14 visite )   |  permalink  |    |   ( 3.3 / 587 )
Musicoterapia 

La musicoterapia è una cosa seria.
La musica ci fa bene.
Solletica le corde dell'anima, rinvigorisce lo spirito, ci riesuma dal torpore, ci conduce in luoghi inesplorati, ci fa migrare verso luoghi senza "imu e tares" (quelli so' i paradisi fiscali, lasciamo stare)
Oppure ci causa degli inaspettati "dejà vu", in un lampo ritroviamo, attraverso il suono, luoghi, facce, profumi, colori e sapori del nostro trascorso di un tempo ormai lontano....
La musica è certamente parte di ognuno di noi, della nostra esistenza.
Potrei perdermi elencando i vari generi, i ritmi e le melodie che negli anni si sono susseguiti e si susseguiranno.
Quanta musica c'è? Quanta musica esiste?? Una vita non basta per ascoltarla tutta!!
E' un'arte suprema. Fatta solo con sette note (non con dieci saggi).
Si può praticare OVUNQUE.
Avete Mai cantato a squarciagola in macchina la canzone del momento?
E con canzone del momento indico quella che ci fa stare bene adesso.
Domani chissà.... ce ne sarà un'altra....
La musica è cultura, non fermarsi mai alle apparenze...non liquidare mai un brano con l'appellativo di "canzonetta"
Canto, studio, capisco, e scopro di avere qualcosa in comune perfino col grandissimo Luis Armstrong !!
Ebbene si, Lui nei giorni bui dell'America razzista era fiducioso, speranzoso e ottimista mentre componeva "what a wonderful word"
...quasi quanto me, mentre guardo i miei figli che giocano...
Ascoltate e Cantate ad alta voce!! E' liberatorio!! Ne abbiamo bisogno!!
Vi chiederete qual è la mia canzone del momento?
Indubbiamente i Negrita:
"Tra una botta che prendo
e una botta che dò
tra un amico che perdo
e un amico che avrò
che se cado una volta
una volta cadrò
e da terra, da lì m'alzerò
C'è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò"


....ma domani è un altro giorno, ne ascolterò già un'altra.




[ 1526 commenti ] ( 3017 visite )   |  permalink  |    |   ( 3.3 / 627 )
L'ernia iatale favorisce le previsioni meteorologiche? 

Il meteo è un argomento ultra-cool (di tendenza per quelli di "Cambridge marittima" ) è un'evergreen, ci salva quando siamo in sala d'attesa dal medico, in ascensore, oppure quando siamo in coda davanti al banco dei salumi (ma questa è un'altra storia).
Per non parlare della conversazione brillante che possiamo sostenere alla Posta (ufficio postale)... se ci siamo preventivamente preparati sull'argomento!!
Il meteo, insomma, ci unisce, ci fa sentire partecipi della stessa comunità, condividiamo con gioia l'arrivo annunciato del sole e insieme tremiamo all'allerta meteo della protezione civile.
Lo sviluppo tecnologico ci consente ormai con appositi strumenti e modelli di calcolo matematici di prevedere con esattezza "che tempo farà domani" ......
.......così possiamo decidere se accendere o no la lavatrice......
Ultimamente, però, siamo in preda alla "mezza stagione" sole e temporali stanno mettendo a dura prova il nostro sistema nervoso (e non sono gli unici eventi a noi avversi)
Ma torniamo a bomba sulla domanda che mi perseguita:
"con l'ernia iatale è più facile prevedere se pioverà???"
"no chille è 'natacosa....." sento già la risposta stanca dei più....
Ma siamo proprio sicuri??
A me il mal di stomaco viene se piove, se c'è il sole mi passano tutti i dolori e tutti i malanni.

"Basta che c'è stà 'o sole
ca c'è rimasto 'o mare"

Il sole illumina tutti indistintamente, non ci resta che assorbire e riflettere la luce.
Possiamo diventare dei piccoli pannellini fotovoltaici e ricaricarci di luce.
Luce da portare agli altri, a quelli che non sono usciti come noi sotto il sole, a quelli che non riescono a vederlo oltre le nuvole, a chi "adora" la pioggia perché in essa si crogiola umidamente.
Il Sole è Tanto.
Non finisce, non dobbiamo sgomitare per prendercene una fetta.
E' lì che ci aspetta pazientemente
Sta noi saperlo riconoscere e apprezzare...(ma sto ancora parlando del sole??)
In fondo non chiediamo tanto:
il sole, la pace nel mondo e un filino di corruzione in meno....

P.S. La canzone che segue considera pienamente il Sole (come me Noi resto) non è banale, ma è una canzone scritta nel dopoguerra ed è una canzone di Pace, vale la pena riascoltarla:



[ 287 commenti ] ( 1213 visite )   |  permalink  |    |   ( 3.2 / 622 )
Terremoto e Tecnologia 

Sono androidiana. Si guarisce, non temete.
Ma la considerazione che segue è di carattere generale, quindi, qualunque sia il vostro credo circa il sistema operativo, vale la pena continuare a leggere.
Amici seguaci della mela, è dedicato anche a voi.
Il terremoto ci sconvolge l'esistenza.
Chi ha avvertito almeno una volta nella vita una scossa sismica ha piena coscienza di ciò.
E' l'impotenza dell'uomo, l'ineluttabilità, la fatalità, il destino.
Ciò detto, sappiamo che ad oggi abbiamo a disposizione, contrariamente a quanto accadeva nel passato, una quantità maggiore di informazioni circa gli eventi simici. L'aumentare dei canali di comunicazione e l'incrementarsi di attrezzature tecnologiche per accedere alle informazioni hanno notevolmente contribuito alla conoscenza dei fenomeni sismici.
Tralasciando, in questa sede, il riprodursi di ciarlatani e saltimbanchi, che pure proliferano nella rete e sanno tutto di tutto, dedichiamoci ai siti internet ufficiali.
Tutti facciamo riferimento, quando si parla di terremoto, al sito dell'Istituto di Geofisica e Vulcanologia www.ingv.it.
A questo sito fanno riferimento alcune applicazioni da installare su cellulari, smartphone, tablet, ipad etc.
Personalmente mi affido ad un'applicazione gratuita per android, sviluppata da Max di Cosimo, denominata "Terremoti Italia". L'applicazione è fantastica!! Quando il mio cellulare "suona" vado a vedere dove si è verificato il terremoto e con quale intensità.
E' davvero utile!!
Ciò che fa riflettere e considerare profondamente, però, sono i suggerimenti degli utenti allo sviluppatore.
In molti, ringraziandolo dell'applicazione, gli fanno notare che sarebbe molto più utile se "suonasse" prima che il terremoto avvenisse!!
Giuro che è vero!! Andate a leggere i commenti!!! E' pazzesco!!
Siamo così ubriachi di tecnologia che perdiamo di vista la realtà!!
Se Max Di Cosimo avesse inventato un'applicazione che "suona" prima del terremoto riceverebbe giustamente, con tutti gli onori del caso, il premio Nobel.
Purtroppo Max Di Cosimo è solo un ottimo sviluppatore di applicazioni per android!!
L'ho contattato e mi ha detto che l'applicazione è nata come semplice esperimento, ma è in continua evoluzione e diffusione. Lo ringrazio personalmente per la disponibilità che ha dimostrato nei confronti del blog www.considerando.it e per l'utilissima applicazione "Terremoti Italia", ma ci tengo a ribadire, come lui, il concetto che:
"I TERREMOTI NON SI POSSONO PREVEDERE"....
.......neanche col telefonino più costoso di questo mondo!!!!

[ 2 commenti ] ( 8 visite )   |  permalink  |    |   ( 3.1 / 549 )

<< <Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Altre notizie> >>